Un ballo in maschera a Parma

130117_Pr_03_MeliFrancesco_phRobertoRicciRiconferma di Meli (il tenore)
servizio di Roberta Pedrotti

PARMA – La città emiliana prova a ritrovarsi. Non è facile. Si tratta di ricominciare, e purtroppo si ricomincia da macerie per cui la buona volontà non sempre può bastare ad ottenere i risultati sperati, almeno non subito. Ma i segnali di discontinuità sono evidenti, e volentieri offriamo tutta la solidarietà al teatro anche nel momento dei sacrifici e del rigore.
Diciamolo chiaramente: una recensione non è e non deve essere un’inchiesta di Report o Presa diretta, ma già da qualche tempo si sentiva il malessere montare, si rilevava come il progetto artistico del Festival si arenasse in esecuzioni di rado stimolanti sotto il profilo teatrale e musicologico (l’ultima da questo punto di vista  forse fu la Giovanna d’Arco in edizione critica e con la bella regia analitica di Gabriele Lavia, ma con un cast non del tutto adeguato), più spesso gravate da scelte d’interpreti non all’altezza della situazione. Dietro le quinte e intorno allo spettacolo si sentiva sempre più parlare di guai amministrativi, sprechi da una parte, compensi e cachet in sospeso dall’altra. La replica d’ogni altra gestione teatrale targata Mauro Meli, insomma, se un esempio (Cagliari, dove almeno si diedero opere rarissime in allestimenti spesso notevoli) non fosse bastato. Questo deve essere il momento di ricominciare e risalire: ci auguriamo che anche i momenti più difficili portino infine come frutto la rinascita di un’identità culturale libera dagli stereotipi e possano fare di Parma la grande città della musica, ricca di stimoli e proposte, come merita e può essere. LEGGI IL SEGUITO A QUESTO LINK

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...